Contributi per l’apicoltura



Contributi per l’apicoltura anno 2018


Misura C Finanziamenti per l’apicoltura alle aziende

Per l’anno 2018 la presentazione delle domande rivolte all’acquisto delle attrezzature per le aziende apistiche dovrà essere presentata dal 15 novembre 2017 al 15 dicembre 2017. Pena l’esclusione.
Entro il 31 gennaio 2018 dovrà essere approvata la graduatoria regionale delle domande ammesse a finanziamento, entro il 10 aprile 2018 gli aventi diritto presenteranno la domanda di pagamento, entro il 30 maggio 2018 gli uffici territoriali provvederanno a chiudere le istruttorie e ad approvare gli elenchi della domanda di pagamento. Artea liquiderà tutte le domande di pagamento entro il 15 ottobre di ogni anno.

CampagnaMiele2018

Rego1308anno18AllA

TabellaAttrezzature018AllB

PIF contributo per investimenti

PIF: rivolto a tutte quelle aziende agricole che non rientrano più nel premio giovani e per le aziende il cui titolare ha superato i 40 anni, possono partecipare anche i giovani non sono esclusi.

Di cosa si tratta?: è un progetto che coinvolge un minimo di 12 partecipanti di cui 5 diretti di cui almeno 3 in produzione primaria tra i quali viene fatto un accordo di filiera

Pre-requisiti per partecipare:

Iscrizione IAP
Iscrizione Camera di Commercio

Cosa può essere finanziato?

Investimenti e immobilizzazioni materiali

a) Sostegno investimenti alle aziende (magazzini, laboratori di smielatura, acquisto arnie per uso stanziale)
b) Incentivare le energie rinnovabili nelle aziende agricole Apistiche
c) Investimenti a favore della trasformazione, commerciale e/o sviluppo dei prodotti agricoli

Percentuale di contributo fondo perduto
zone normali 40%
zone svantaggiate si aggiunge +10%
premio giovani si aggiunge +10%
In sintesi si può andare da un min. 40% max. 60%

Questo anno è stato ridotto l’importo minimo dei Pif passando da € 400.000,00 di contributo minimo erogabile a 150.000,00 € (es: a fronte di un Pif finanziato al 50% con il vecchio Pif era necessario presentare un progetto minimo di € 800.000,00+ iva mentre con quello di quest’anno € 300.000,00 + iva per cui una cifra molto più accessibile).